Trippa al pomodoro piccante cotta sottovuoto

La trippa è una di quelle preparazioni che dividono il pubblico in due nette fazioni: pro e contro.

Ha un gusto ed una consistenza molto particolari, per cui piace o non piace, senza vie di mezzo.

La trippa si ricava dalle quattro cavità dello stomaco del bovino e non, come spesso si crede, dall’intestino.

Il reticolo, dall’aspetto spugnoso,  e l’omaso dalla particolare composizione a foglietti (è noto, difatti, come “centopelli”) sono le parti più magre e le più utilizzate in cucina.

Contiene un 15% di proteine ed è, pertanto, molto nutriente, ma regala solo 90 calorie per ogni etto, per cui può essere consumata senza rimorso alcuno.

Normalmente richiede, oltre ad un’accurata pulizia ed una preventiva scottatura, una lunga cottura per renderla tenera ed appetibile.

Questo, purtroppo, fa disperdere una parte delle qualità nutritive ed aromatiche.

Il genio della cucina, Alladin, ha quindi pensato di prepararla con il suo sistema, per ottimizzarne le risorse.

Ed ecco per voi la sua ricetta.

Trippa al pomodoro piccante cotta sottovuoto

trippa -al-pomodoro-2

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 g di trippa pulita (Alladin ha scelto l’omaso, ma va bene qualunque tipo)
  • 500 g di passata di pomodoro
  • un cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • un peperoncino habanero
  • uno spicchio di aglio
  • una cipolla rossa
  • prezzemolo, basilico, salvia, sale tritati insieme al mortaio

Preparazione:

Tagliate la trippa in striscioline e sciacquatela in acqua fredda corrente.

Ungete in fondo della vasca del #sousvideAlladin con l’olio extra vergine di oliva e sistematevi le strisce di trippa.

Affettate finemente la cipolla e sminuzzate l’aglio scamiciato e privato del germoglio interno.

Spezzettate il peperoncino ed aggiungete il tutto alla trippa.

Versate la salsa di pomodoro ed aggiungete il trito di sale ed erbe aromatiche.

trippa-al-pomodoro-cruda

Mescolate il tutto, sistemate il coperchio facendo attenzione che sia ben chiuso e fate il sottovuoto.

verza 4

Infornate a 160° in forno ventilato per 40 minuti.

La trippa sarà, oltre che particolarmente saporita, anche incredibilmente morbida.

trippa-al-pomodoro-cotta

Ovviamente, se non gradite il gusto piccante, potete evitare il peperoncino.

Per info sul sistema di cottura scrivete a: info@sousvidealladin.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *