Cipolla di Tropea in agrodolce cotta sottovuoto

La cipolla di Tropea, conosciuta e rinomata anche oltreconfine, ha un sapore molto particolare, dolce, ma con una leggera punta quasi piccante che la rende ideale per molteplici preparazioni.

cipolle-crude

Dal consumo a crudo su bruschette, o nelle insalate, all’utilizzo in cottura nei soffritti, nei sughi, nelle zuppe, in spezzatini ed arrosti.

L’invitante colore rosso acceso e i suoi benefici effetti sulla circolazione ne fanno un prodotto di largo consumo.

Sapevate che la cipolla di Tropea ha anche effetto sedativo?

Il genio Alladin ha pensato che potrebbe essere utile averne una scorta da consumare all’occorrenza. Con la cottura in #sousvideAlladin e l’aggiunta di pochi altri ingredienti, potrete avere in dispensa questi colorati vasetti a disposizione in qualunque momento.

Vediamo insieme come prepararli.

Cipolla di Tropea in agrodolce.

cipolla -2

Ingredienti per 3 vasetti da 250 g:

  • 500 g di cipolla di Tropea
  • 80 ml di aceto bianco
  • 100 ml di olio di semi di girasole
  • 40 g di zucchero
  • 10 g di sale

Preparazione:

Per prima cosa, sterilizzate i vasetti che dovranno contenere le cipolle.

Mettete vasetti e tappi in una pentola capiente e copriteli di acqua.

Portate a bollore e lasciate sul fuoco per mezz’ora.

Spegnete e lasciate vasetti e tappi nell’acqua calda.

Togliete i primi due veli alle cipolle, poi affettatele sottilmente con la mandolina.

cipolle-prima

Per evitare la lacrimazione ed il bruciore agli occhi, svolgete l’operazione tenendo il tagliere il più lontano possibile da voi e vicino al rubinetto con l’acqua corrente. L’irritazione è causata da composti volatili liberati dalla cipolla al momento del taglio.

Essendo altamente idrosolubili, questi composti si sciolgono a contatto con i liquidi (in questo caso con le lacrime) causando le sgradevoli conseguenze che ben conosciamo.

Ecco perché si può limitare l’inconveniente affettando la cipolla vicino ad un’altra fonte di liquido.

Mescolate nella vasca del #sousvideAlladin tutti gli ingredienti, fate il sottovuoto ed infornate in modalità ventilato per 40 minuti a 140°.

Con questo procedimento la cipolla manterrà intatti colore, consistenza e soprattutto i componenti nutritivi che altrimenti si disperderebbero in cottura.

cipolle-dopo

Aprite con cautela la vasca e riempite i vasetti precedentemente sterilizzati.

Avvitate bene i coperchi e capovolgete i vasetti su uno strofinaccio fino al raffreddamento, ottenendo la chiusura sottovuoto.

Se qualche vasetto non fosse perfettamente chiuso (ve ne accorgerete premendo sul coperchio, che deve restare rigido e non flettersi), potete ripetere il procedimento con un nuovo contenitore, riportando a bollore la cipolla in agrodolce.

Per ulteriore sicurezza, avvolgete singolarmente i vasetti in tovaglioli o canovacci, rimetteteli nella pentola con l’acqua e fateli bollire per venti minuti.

Per info sul sistema di cottura scrivete a: info@sousvidealladin.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *